SYZ AM riconosciuta tra i primi dieci gestori svizzeri impegnati nell’integrazione dei fattori ESG

Lunedì, 11/23/2020

SYZ Asset Management (AM), l’entità di gestione patrimoniale istituzionale del Gruppo SYZ, è stata riconosciuta tra i primi dieci gestori ESG in Svizzera dall'Hirschel & Kramer Responsible Investment Brand Index (RIBI TM) 2020.

Lunedì 23/11/2020 - 08:23

Questo riconoscimento è il risultato della volontà degli ultimi anni di fare dell’integrazione dei fattori ESG una qualità chiave di SYZ AM, in risposta alla crescente domanda dei clienti. SYZ AM, che investe principalmente gli asset di clienti istituzionali svizzeri in obbligazioni e strumenti del mercato monetario, opera un’esaustiva analisi ESG su tutti i suoi investimenti. Tutti i titoli vengono esaminati trimestralmente in termini di esposizione a settori sensibili, classificazione ESG complessiva e potenziali controversie.

Inoltre, SYZ AM gestisce il primo fondo di Green Bond domiciliato in Svizzera. Il suo gestore di portafoglio, Sacha Bernasconi ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo di questa soluzione di investimento, che supporta attivamente un’economia sostenibile a zero emissioni di CO2 e l'obiettivo dei due gradi della Conferenza sul cambiamento climatico COP21 di Parigi

La terza edizione del report RIBI valuta 284 fornitori europei in ambito ESG sulla base del loro impegno verso lo sviluppo sostenibile e della capacità di tradurlo in valore per il brand. Suddividendo per la prima volta l’analisi paese per paese, il report rivela come il mercato svizzero sia alla pari con la media ESG mondiale e vanti anche alcuni leader globali.

SYZ AM viene classificata come gestore patrimoniale “tradizionalista”, con una classificazione superiore alla media rispetto agli impegni ESG e inferiore alla media nella valutazione del brand. La valutazione degli impegni è incentrata su fattori misurabili come il livello e la qualità dell’esercizio del diritto di voto nei cda dei titoli azionari quotati, mentre il rating assegnato al  brand si fonda su fattori non misurabili come l’esistenza di una dichiarazione di intenti e la qualità della sua messa in pratica.

Daniel Hannemann, CEO di SYZ AM, ha dichiarato: “L’essere riconosciuti tra i primi dieci gestori svizzeri nel report RIBI è una diretta conseguenza degli sforzi profusi in questi ultimi anni nel dare priorità alle considerazioni di carattere ambientale, sociale e di governance, che rivestono un’importanza sempre maggiore per noi e per i nostri clienti.

In qualità di partner di investimento di lungo periodo, ascoltiamo attentamente i nostri clienti e ci sforziamo costantemente di sviluppare soluzioni di investimento orientate al futuro per soddisfare le loro esigenze in evoluzione. Nei prossimi anni, desideriamo ampliare la nostra offerta ESG e fare in modo che ciò si riverberi nel brand, rispondendo al contempo alla maggiore tolleranza al rischio dei nostri clienti dovuta a un contesto di bassi rendimenti.”